Progetto Giovani Narratori

Giovani: nuovi narratori e attori della cooperazione allo sviluppo

Bando ECG (Educazione alla Cittadinanza Globale)  2017 dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Progetto in corso della durata di 18 mesi, a partire da giugno 2018 fino a novembre 2019.

Finanziato da: Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS)

Settore di intervento: Educazione alla cittadinanza globale

Area di intervento: Il progetto prevede attività da realizzare in tutte le regioni italiane, nelle seguenti province: Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Lecce, Potenza, Matera, Cosenza, Palermo, Enna, Messina, Catania, Agrigento, Ragusa, Cagliari, Oristano, Nuoro, Sassari, Foggia, Bari, Taranto, Barletta, Isernia, Campobasso, Chieti, Roma, Viterbo, Rieti, Pisa, Firenze, Arezzo, Prato, Pistoia, Siena, Livorno, Perugia, Ancona, Pesaro, Ascoli Piceno, Bologna, Ferrara, Parma, Rimini, Modena, Reggio Emilia, Genova, Savona, Imperia, Aosta, Torino, Cuneo, Alessandria, Biella, Milano, Como, Bergamo, Brescia, Monza, Padova, Vicenza, Verona, Treviso, Rovigo, Venezia, Trento, Udine, Gorizia, Pordenone, Trieste.

Partner: Oxfam Italia (capofila), Associazione Leo Onlus ONG, V.I.M. Volontari Italiani per il Madagascar Onlus, AOI – Associazione delle Organizzazioni italiane di solidarietà e cooperazione, International Research Centre on Global Citizenship Education – Dipartimento di Scienze per la qualità della Vita – Università di Bologna (IRC-GloCEd), Fondazione Mondinsieme del Comune di Reggio Emilia, REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA – RAS, REGIONE TOSCANA, Regione Piemonte, Comune di Perugia, Provincia autonoma di Trento – PAT, Comune di Assisi, Legambiente Onlus, FELCOS Umbria, Istituto Cooperazione Economica Internazionale (ICEI), WeWorld Onlus, Differenza Donna – Associazione di donne contro la violenza alle donne, Gruppo Missioni Africa – Onlus – GMA, Servizio Civile Internazionale (SCI Italia), Associazione di Tecnici per la Solidarietà e Cooperazione Internazionale – RE.TE., Centro di Volontariato Internazionale – CeVI, , C.I.F.A. Onlus – Centro internazionale per l’infanzia e la famiglia (CIFA), Januaforum, Ente Nazionale dei Giuseppini del Murialdo (ENGIM), CCS Centro Cooperazione Sviluppo Onlus, Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini, Istituto Pace Sviluppo Innovazione ACLI – IPSIA, Incontro fra i Popoli – IFP, Movimento per l’Autosviluppo, l’Interscambio e la Solidarietà, Centro Sviluppo Terzo Mondo Onlus – Cesvitem, Progetto Domani: Cultura e solidarietà- PRO.DO.C.S, ARCS Arci Culture Solidali, CReA onlus Centro Ricerche e Attività, ForumPermanente per il Sostegno a Distanza Onlus – ForumSaD Onlus, COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUD SUD / CISS, Equo Garantito – Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale, Centro per la Cooperazione Internazionale – CCI.

Beneficiari: Saranno beneficiari diretti del progetto almeno 39.637 giovani tra gli 11 e i 18 anni, che miglioreranno le proprie conoscenze in merito alle tematiche connesse alla lotta alla povertà globale, alla disuguaglianza, al cambiamento climatico. Almeno 87.820 giovani tra i 14 e i 35 anni saranno invece ingaggiati nella promozione della cooperazione allo sviluppo. Altri beneficiari diretti del progetto saranno: insegnanti, MAECI e altre istituzioni nazionali. Beneficiari indiretti del progetto saranno: associazioni, media locali e nazionali, altre organizzazioni

Obiettivi: L’obiettivo generale del progetto è contribuire al raggiungimento di un maggiore consenso da parte dei cittadini italiani rispetto alla necessità di attuare una politica nazionale di cooperazione allo sviluppo mirata al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). L’obiettivo specifico è aumentare la consapevolezza e l’impegno attivo dei giovani (11-35 anni) in tutta Italia a sostegno dell’importanza della cooperazione allo sviluppo nella risoluzione delle sfide globali, in particolare quelle connesse alle cause profonde del fenomeno migratorio.

Attività previste:

  • Elaborazione e realizzazione di materiali didattici e formazione di formatori sul tema del fenomeno migratorio e cause profonde (povertà, disuguaglianza, cambiamento climatico)
  • Percorsi di educazione in ambito formale, sia per gli studenti che per gli insegnanti
  • Laboratori di cittadinanza attiva, mirati all’ideazione e realizzazione di una iniziativa pubblica per la cooperazione
  • Campagne territoriale (flashmob, eventi, video, mostre, ecc.) concepite e realizzate dai ragazzi
  • Tavoli regionali e un tavolo nazionale, per la definizione di un documento di raccomandazioni per una cooperazione e una educazione alla cittadinanza globale “dai giovani per i giovani”
  • Evento finale nazionale, per la presentazione ufficiale del documento e la premiazione delle migliori iniziative